Mauritius, consigli e info per un viaggio fai da te

Blue Bay, Mauritius

«Dio creò Mauritius e poi il Paradiso terrestre» così scriveva Mark Twain dopo aver conosciuto la perla dell’Oceano Indiano.

Non conosco l’Eden anche se spero di visitarlo un giorno, ma è indiscutibile che questa piccola isola abbia un fascino semplice e magnetico.Tramonti mozzafiato, mare di un turchese irreale, montagne ammantate di alberi lussureggianti e un intreccio di sapori, colori e culture che non manca mai di affascinare.

Noi siamo stati due settimane ad Agosto con i nostri due bimbi di 3 anni e 16 mesi.

Presto scriverò un post su Mauritius con bambini con tutti i consigli specifici per famiglie, qui invece trovate tutte le informazioni necessarie per organizzare il vostro viaggio a prescindere.

Volo

Milano Malpensa-Parigi CDG-Mahébourg: 700 euro a testa
Volo Air France, ma operato da Air Mauritius che si è rivelata una compagnia magnifica e con un occhio di riguardo per i bimbi.

Trasporti

Abbiamo noleggiato la macchina perché volevamo visitare l’isola e la scelta secondo me è vincente. Le distanze sono brevi, le strade perfette e la segnaletica buona (scaricatevi Google Maps offline e non avrete bisogno neanche della connessione). Si guida a destra, ma dopo qualche momento di impaccio non avrete grossi problemi.

Potete anche affittare un taxi per una giornata o noleggiare in loco, ma io consiglio di farlo prima da casa per evitare imprevisti e per avere massima flessibilità.

Vi consiglio assolutamente Maki Car Rental, una piccola realtà locale con prezzi molto competitivi, macchine in buone condizioni e una apprezzatissima velocità nelle operazioni di consegna della vettura. Noi avevamo noleggiato anche due seggiolini e un’assicurazione totale che ci ha coperto completamente anche quando abbiamo urtato un sasso! Consigliatissimi!

Alloggio

Per scoprire l’isola abbiamo scelto di soggiornare in tre diverse località, posizionate strategicamente in modo da minimizzare gli spostamenti (non abbiamo mai guidato per più di 30/40 minuti per raggiungere un posto). Devo dire che ha funzionato alla grande.

Prevalentemente siamo stati in appartamento perché coi bimbi piccoli è molto più comodo per cucinare i pasti, ma abbiamo provato anche un resort per concederci un minimo di relax in più.

•    Costa Ovest 5 giorni in appartamento a Tamarin presso Aparthotel de Tamarin
•    Costa Nord 5 giorni in resort mezza pensione a Pointe aux Piments presso Le Victoria Beachcomber
•    Costa Sud-Est 3 giorni in appartamento a Blue Bay presso Villa du Lagoon

Mauritius, Africa

 

Cibo

Mauritius trasporta la sua cultura caleidoscopica anche in cucina offrendo piatti variopinti che spaziano dalla tradizione cinese a quella indiana, passando per il mondo creolo e francese.

Mauritius, Africa

 

Noi abbiamo provato più che altro lo street food che era perfetto per le nostre pause pranzo a base di Mine Frite (una specie di Pad Thai locale), pollo alla creola, Riz Frit (riso fritto che ricorda quello alla cantonese) e kebab.

Clima

Punto cruciale. Agosto è inverno a Mauritius che significa temperature intorno ai 25 gradi di giorno e ai 20 di notte, vento quasi sempre, spesso nuvoloni, pioggia quasi mai. Tradotto in parole pratiche (come richiedeva mia moglie) si può andare tranquillamente in spiaggia, si può fare il bagno, ma l’acqua è freddina e alla sera ci vuole un maglioncino leggero.

Il sole tramonta verso le 17.30 e poco dopo le sei di sera è tutto buio, quindi dovete organizzarvi per sfruttare le ore a disposizione. Spesso, soprattutto a sud-est il pomeriggio tira vento forte, in spiaggia ci stai solo con una t-shirt e il bagno te lo scordi.

In generale, il meteo è molto variabile può piovere tre minuti e poi spuntare il sole cocente. Noi siamo stati abbastanza fortunati e, tranne gli ultimi giorni di forte vento e molte nuvole, abbiamo sempre trovato sole.

Se siete freddolosi non è il vostro posto, ma sappiate che il nostro inverno è per loro la stagione delle piogge. Il periodo migliore per andare è Ottobre-Novembre dove trovate caldo e secco.

Moneta & Costi

La moneta è la rupia mauriziana, alcuni grossi hotel e ristoranti permettono il pagamento in euro con carta di credito. Troverete bancomat ovunque e i tassi di cambio sono abbastanza fissi (1 euro = 40 rupie nel nostro periodo).

I costi sono più alti di quello che avevo previsto. La spesa al supermercato (fornitissimi) costa come da noi, la benzina 1,20 euro, un pranzo a base di street food 6/7 euro, gli appartamenti dai 50 euro a notte quelli basici fino a quanti soldi avete in banca per le ville lusso sul mare.

Mete Interessanti

Ovviamente Mauritius è famosa per le sue spiagge e per il suo mare che, devo ammettere, non avevamo immaginato così bello.

Pointe D'esny, Mauritius

 

Ovunque mare cristallino che sembrava uscito da un filtro di Instagram, barriera corallina a proteggere la costa, spiagge di sabbia soffice orlate da una provvidenziale pineta ombreggiante.

A breve scriverò un post dedicato alle spiagge, quindi in questa parte vi parlerò solo di tutto quello che non è mare e che vale una visita.

Nord-Ovest

Orto Botanico di Pamplemousse
Un classico mauriziano, questo grande giardino offre un gradevole diversivo dalla vita da spiaggia grazie ai suoi lunghi viali orlati di palme, al silenzio e ai numerosi laghetti punteggiati da ninfee, fiori di loto e uccellini. Non aspettatevi di rimanere a bocca aperta, ma lo consiglio.

Mauritius, Africa

 

Cap Malhereux
Il capo “sfortunato”, che deve il suo nome all’attacco a sorpresa della marina britannica proprio in questo punto, è in realtà un piccolo villaggio oggi riconoscibile per la sua atipica chiesetta rossa che sorge nell’estremo nord dell’isola e vanta un panorama meraviglioso e un’atmosfera sonnacchiosa.

C’è poco da fare se non rilassarsi in spiaggia e ammirare l’orizzonte, ma è uno di quei luoghi che ti affascina appena ci arrivi. Andateci!

Cap Malhereux, Mauritius

 

Sud-Ovest

Le terre colorate di Chamarel
Una gita a Chamarel è forse l’alternativa più interessante ad una giornata lontana dal mare. Un tipico paesino di collina nei cui dintorni troverete le famose terre colorate dove, minerali diversi impossibilitati a mescolarsi tra loro per ragioni fisiche che non comprendo, hanno dato vita ad un piccolo appezzamento di terreno multicolore particolarmente suggestivo. Alcune tartarughe giganti allieteranno ulteriormente la visita.

Chamarel, Mauritius

 

All’entrata troverete un magnifico belvedere con una vista spettacolare sulle cascate di Chamarel, un salto di quasi 100 metri che si tuffa nella foresta.

Chamarel, Mauritius

 

Finita la visita, potete fare un salto alla Rhumerie de Chamarel che noi abbiamo purtroppo saltato, ma che credo valga la pena anche solo per il panorama incantevole, oltre che per il gustoso estratto di canna da zucchero.

Black River Gorge National Park
Meta prediletta per gli amanti del trekking, questo parco nazionale vestito di foreste, cascate e picchi a strapiombo è perfetto anche da visitare in macchina. I sentieri sono tanti, ma quasi sempre lunghi e impegnativi per una famiglia, mentre l’itinerario a quattro ruote è sicuramente meno green, ma più semplice e altrettanto scenico.

Mauritius, Africa

 

Partendo dalla costa ovest, si visitano vari punti panoramici sia sul mare che sull’interno, le cascate Alexandra, il Grand Bassin ovvero il lago sacro agli indù e volendo si può proseguire verso sud per visitare le selvagge spiagge meridionali. Con le soste calcolate un paio d’ore abbondanti.

Conclusioni

Mauritius ci è piaciuta più di quello che ci aspettavamo. Un mare incredibile, una natura rigogliosa, servizi e infrastrutture a livelli nostrani (spesso meglio), un’atmosfera rilassata ed esotica, persone sorridenti e quel mix di culture e colori che riserva sempre belle sorprese.

Perfetta per chi vuole vivere il mare, ottima anche per chi non vuole chiudersi in un resort, ma scoprire l’isola e il suo fascino multiforme.

 



2 pensieri su “Mauritius, consigli e info per un viaggio fai da te

  1. Che bello! grazie delle info :) Mi ispira molto Mauritius, solo non riesco a trovare il periodo giusto. Noi potremmo a Febbraio o a Pasqua… ma credo che il clima non sia il massimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *