Le spiagge della Maremma e dell’Argentario

Toscana

 

Come ho già dichiarato in altri post, la Toscana del Sud ci è piaciuta parecchio. Maremma e Argentario si sono rivelate esattamente come le avevamo immaginate e per una volta, le aspettative e la realtà hanno piacevolmente combaciato. Dopo aver scritto di borghi e di natura, complice l’arrivo della primavera, vi voglio raccontare il lato più rilassante ed estivo di queste zone, il mare!

Le spiagge della Maremma da una parte, le calette dell’Argentario dall’altra. Un’ampissima scelta che ha messo a dura prova la nostra voglia di provarle tutte!

Feniglia

Il più meridionale e affascinante dei due tomboli che delimitano la laguna di Orbetello, Feniglia è una lunga striscia di sabbia dorata che collega la terraferma al Monte Argentario. Alle spalle una fitta pineta ombrosa e profumata e davanti un mare placido, trasparente e poco profondo. Una spiaggia adatta sia per le famiglie che possono godersi il basso fondale, la sabbia e i bagni attrezzati, sia per gli anti sociali come noi che cercano spazio vitale e poche persone anche ad Agosto grazie alla sterminata lunghezza della spiaggia che permette di ritagliarsi il proprio angolo di relax.

Maremma, Toscana

 

Monte Argentario

Per motivi di accessibilità abbiamo escluso la zona di Porto Santo Stefano ovvero quella con le calette più pittoresche, il mare più blu, ma anche più difficili da raggiungere (alcune addirittura solo via mare) e abbiamo optato per le calette appena fuori Porto Ercole.

Con 10-15 minuti di cammino attraverso sentieri scoscesi – auguri per la risalita! – si arriva in piccole spiagge quasi sempre libere con tanti scoglie e un po’ di sabbia. Qui il mare è cristallino con colori che vanno dal verde smeraldo all’azzurro intenso e i panorami sono splendidi sia dalla spiaggia che dalla cima del monte. Portatevi acqua e cibo perché spesso non troverete neanche un baretto. Le calette sono tante, i sentieri per raggiungerle ancora di più. Il mio consiglio è quello di chiedere ai custodi dei parcheggi e degli ingressi privati perché molto spesso l’inizio dei sentieri è difficile da scovare.

Toscana

 

Chiarone Scalo

Molto simile a Feniglia per colori, acqua e tranquillità – basta camminare 10 minuti dall’ingresso principale per trovare pace e spazio – qui manca la pineta, ma la spiaggia è talmente lunga e ampia che c’è un senso di libertà che ti avvolge sin da subito. In piena estate vi conviene lasciare la macchina al parcheggio principale un paio di km prima della spiaggia e prendere la comoda navetta. Da qui, siete ad un quarto d’ora dal magico borgo di Capalbio, non fatevelo scappare!

Maremma, Toscana

 

Ansedonia

Nera la sabbia, scura la giornata in cui l’abbiamo visitata. Come in molte spiagge maremmane, la gente si accalca agli ingressi principali per cui serve solo un minimo di pazienza e anche nei ferragosti più gremiti potrete trovare il vostro posticino in solitudine. Qui l’acqua è pulita e rinfrescante e il panorama è reso gradevole dall’omonimo promontorio che vigila sulla baietta.

Maremma, Toscana

 

Talamone

Con solo una piccola spiaggia sovraffollata e piena di ombrelloni prenotati un anno per l’altro, Talamone offre un mare colorato, ma oleoso dove fare a spinte con decine di altri bagnanti. Venite qui all’ora dell’aperitivo, fatevi un giro nel delizioso paesino arroccato sulle costa e godetevi un tramonto con l’isola del Giglio a farvi da sfondo da cartolina.

Maremma, Toscana

 

Marina di Alberese

All’interno del Parco Naturale della Maremma, questa spiaggia infinita è la più selvaggia e la più bella tra quelle che abbiamo visitato. Il mare non è niente di che, ma le colline verdeggianti ammantate dalla macchia mediterranea e punteggiate da antiche torri, le dune di sabbia che simbolicamente abbracciano la spiaggia e le decine di tronchi con cui costruirsi rifugi e giacigli regalano a questo luogo un’atmosfera magica. Anche qui vi conviene lasciare la macchina al centro accoglienza del parco ad Alberese e prendere la gremitissima navetta!

Maremma, Toscana

 

Adesso non vi resta che seguire il vostro istinto e scegliere la spiaggia più adatta per voi. Anzi, per completare l’operazione “Voglia di Mare” potreste fare un piccolo test per scoprire che tipo da spiaggia siete e scoprire tante altre mete in linea con le vostre preferenze!

Photo Credit Talamone – Shutterstock



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *