4 buoni motivi per andare in Maremma & Argentario

Magliano, Maremma

 

Viaggiando per il mondo e raccogliendo le mie esperienze in questo blog, mi sono accorto che l’Italia è un paese che non conosco. Quando ero piccolo e i miei genitori avevano pochi soldi, giravamo per le strade del bel paese con la macchina aziendale di mio babbo e andavamo alla scoperta di tutte le bellezze che le nostre regioni avevano da offrire.

Crescendo, ho sentito il richiamo del fascino esotico delle mete più lontane e per anni ho snobbato l’Italia. Poi si cresce, cresce una pancia che nasconde qualcuno e quindi bisogna rimanere vicino, bisogna rinunciare ad aerei e atmosfere straniere.

Poco male abbiamo pensato, è finalmente giunto il momento di riscoprire la nostra Italia e, visto che potevamo scegliere, abbiamo puntato la nostra macchina verso la Toscana del sud, la Maremma e l’Argentario in particolare. Due zone che da sempre mi hanno incuriosito e che ho spesso idealizzato come terre selvagge, immerse nella natura e ricolme di pace e tranquillità.

Mai scelta fu più azzeccata e mai suggestione fu più simile alla realtà. La Maremma e l’Argentario sono due luoghi vicini, diversi, ma assolutamente uguali quando si parla di bellezza. Natura, panorami bucolici, colline ammantate di macchia mediterranea, piccoli borghi suggestivi, deliziosi porticcioli e una cucina consigliata agli spiriti goderecci.

La natura

Una delle cose che più mi ha sorpreso è stata la natura. Selvaggia, incontaminata, pura e in totale armonia con il territorio e lo sviluppo urbano. Da una parte i colori ocra, verde e marrone delle colline maremmane punteggiate solo di alcuni casolari dove è facile imbattersi in cinghiali, tassi e volpi, dall’altra l’appuntita macchia mediterranea dell’Argentario, le sue scogliere scoscese, i profumi delle bacche e i sentieri isolati dal caos.

Argentario, Toscana

 

I borghi

Cosa c’è di più piacevole e rilassante di passeggiare senza meta tra le strette viuzze di un borgo medievale curiosando tra cantine, casette di pietra e negozietti di prodotti tipici? E dopo sedersi a tavola in un bel ristorante rustico con menu per buongustai veri a base di pasta fatta in casa e cinghiale. Scansano patria del Morellino, Capalbio con le sue doppie mura perfette da cui godere tramonti da favola, Pitigliano, Magliano, Montiano e tanti altri. Per godere appieno delle atmosfere fiabesche di questi paesini, consiglio di arrivare all’imbrunire quando i colori si mescolano e i borghi si animano.

Maremma, Toscana

 

Il mare

Le spiagge maremmane sono lingue di sabbia bollente che si distendono per chilometri lungo la costa. Basta camminare qualche minuto per allontanarsi dalla folla e trovare uno spazio proprio per godersi il mare e il rumore delle onde. Se siete alla ricerca di acqua blu, fondali variopinti e un panorama da cartolina allora dirigetevi verso l’Argentario dove troverete calette e piccole spiagge di sassi e scogli che anticipano un mare che poco ha da invidiare alle destinazioni più gettonate del Mediterraneo.

Maremma, Toscana

 

Dal lato di Porto Ercole, le scogliere sono scoscese, ma con soli 10-20 minuti di cammino potete raggiungere il mare, mentre dal lato di Porto Santo Stefano dovrete farvi delle vere e proprie sfacchinate per godervi un tuffo ristoratore o addirittura accedere direttamente ed esclusivamente via mare per raggiungere alcune delle calette più remote. Non temete, ne vale la pena!

Argentario, Toscana

 

Da Santo Stefano potete anche puntare all’Isola del Giglio per una escursione in giornata o, ancora meglio, per godervi un paio di giorni in questo paradiso. Se siete alla ricerca di relax e volete gustarvi l’isola al meglio potete cercare un appartamento in affitto. Ci sono tante soluzioni tra cui molte addirittura in riva al mare!

La cucina

Ogni volta che stilo un elenco di buoni motivi per visitare un luogo non riesco mai ad escludere il cibo, ormai viaggiare per me fa rima con mangiare! Il pesce dell’argentario o i sapori forti della Maremma? Un bicchiere di Morellino o un bianco fresco frizzantino? Tra tutte le bontà assaggiate devo ammettere che il mio cuore, anzi il mio palato, è stato conquistato da un piatto di salsiccia e fagioli all’uccelletto che ancora mi sogno di notte!

Maremma, Toscana

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *