Stromboli: un vulcano da scalare

Trekking, Stromboli

Un trekking sullo Stromboli è un’esperienza emozionante e gratificante per tutti coloro che amano la natura. Presenta qualche difficoltà, ma con un pizzico di organizzazione, può essere affrontata da tutti (ci vanno anche i bambini). Ecco alcune informazioni utili per scalare questo vulcano.

Organizzare il Trekking

Conviene prenotare in anticipo presso una delle agenzie dell’isola (basta chiamare), il costo è uguale a quello di prenotare in loco, ma si ha la certezza di avere il posto, cosa che invece non è scontata se ci si presenta lì il giorno stesso, specialmente in alta stagione. Il costo è di circa 30 euro e il periodo indicato è Primavera-Estate.

Cosa portare

L’agenzia vi fornirà solo bastone, casco (da mettere nei pressi del cratere), mascherina e occhiali anti polvere (per la discesa). Voi portatevi: buoni scarponcini da trekking, torcia elettrica preferibile quelle da mettere in testa, felpa e k-way, t-shirt di ricambio, pantaloni leggeri ma lunghi, zaino, frutta, panini, cioccolato e tanta acqua. In caso vi dimentichiate qualcosa, i negozi dell'isola noleggiano qualsiasi cosa.

Il Trekking

Si parte dalla piazzetta principale nel tardo pomeriggio e si sale per 2/3 ore a seconda di chi avete in gruppo (atleti o polentoni). La salita è ripida, ma si fanno molte soste e sia percorso che panorama sono molto belli. Arrivati in cima ci si cambia perchè tutti sudati e ci si copre perchè è buio e si è a mille metri. Si mangia il proprio cibo e poi si sta un’oretta ad ammirare le bocche del vulcano che sputano fuoco, lapilli e tuoni. Meraviglioso! Poi si torna giù nel buio completo inframezzato da un cielo incredibilmente stellato. La discesa è faticosa, un’ora e mezza lungo canaloni di pietre e sassolini e poi di sabbia e polvere. Si ritorna verso le 23.

L’Isola di Stromboli

Visto che siete arrivati fino a qui, godetevi anche un giorno sull'isola. Le spiagge sono nere e non un granché, cosi come il mare che è pulitissimo, ma scuro e profondo. La vera perla è Ginostra, frazione di 25 abitanti dall'altra parte dell’isola che si raggiunge solo in barca. Fatevi portare al tramonto, gustatevi un’aperitivo nella piazzetta della chiesa e cenate in uno dei 2/3 ristoranti affacciati sul mare a lume di candela. Cibo ottimo e prezzi onesti: 20 euro per la barca e 25 a testa per la cena. Prenotate l’escursione in mattinata perché i barcaioli devono chiamare il ristorante e prenotarvi un tavolo.
Due notti a Stromboli sono sufficienti anche perché è un’isola costosissima.
 
Trekking, Stromboli
 
Trekking, Stromboli
 
Trekking, Stromboli
 



Un pensiero su “Stromboli: un vulcano da scalare

  1. Quando la natura ti avvolge ecco che lo stress dei nostri giorni evapora come il fumo che esce dal vulcano. Esperienza da fare , chissà quando, ma mi accontento delle foto

Rispondi a Gabriele Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *