Giappone Express

Tokyo, Giappone

 

 

 

11 giorni in estremo oriente per un assaporare la magia del Giappone. Tradizione, cultura, cucina e un po' di pazzia sono gli ingredienti che rendono questa meta veramente interessante. Il clichè recita che il Giappone e i Giapponesi sono "proprio un altro mondo", ma solo andandoci rimarrete assolutamente stupiti da questo universo parallelo, ovviamente in positivo!

Itinerario

26 Dicembre 2012 – 5 Gennaio 2013

Volo: andata Malpensa – Tokyo e ritorno Osaka – Roma – Linate
Tokyo-Takayama: Autobus 5 ore e e mezzo
Takayama – Kyoto: Autobus 4 ore

 

Trasporti

Spostarsi in Giappone rappresenta sicuramente una delle voci di spesa più significative. In media si possono raddoppiare i prezzi italiani, per esempio lo shinkansen (treno veloce) da Tokyo a Kyoto costa  135 euro (2 ore e mezza) solo andata oppure il bus da Tokyo a Takayama costa 65 euro. Spostarsi in treno è più costoso dell’autobus (quasi il doppio), più veloce e più puntuale, ma su molte tratte non si possono utilizzare i treni veloci e per raggiungere le zone montane è a volte indispensabile l’autobus. Se pensate di viaggiare per molto tempo e per grandi distanze il Japan Railway Pass è una buona soluzione, ma controllate bene i costi dei singoli treni che prenderete in modo da capire se vi conviene. Se andate in periodi di festa è meglio prenotare con largo anticipo sia autobus che treni. Due siti molto utili sono:
 
www.hyperdia.comper controllare orari e costi di tutti i treni
www.jrpasses.comper tutti i tipi di abbonamento treni e per fare il JR pass
 
Tenete conto che anche i trasporti urbani sono carissimi, per esempio 10 euro il pass giornaliero della metro a Tokyo o 2 euro una corsa in autobus a Kyoto.

Alloggio

Per tutti i gusti e i portafogli. Scegliete sistemazioni centrali o ben servite dai mezzi, questo vi farà risparmiare un sacco di tempo perchè le città sono molto grandi. Ogni viaggio in Giappone non può prescindere da un’esperienza in una ryokan, locanda tradizionale giapponese dove si dorme sul futon e tutti gli ambienti sono allestiti come le case di una volta con tatami e tavolini bassi e si gira in kimono e ciabatte. Come per gli hotel, ci sono ryokan di ogni tipo da quelli basici a quelli lusso con onsen (centro termale) annesso. Una soluzione tipica e più economica è il minshuku un equivalente dei nostri B&B. 

Cibo

La cucina giapponese è molto più di sushi e sashimi. Varietà e qualità sono le parole chiave. In  10 giorni non abbiamo praticamente mai mangiato la stessa cosa e abbiamo spaziato dai ramen alla tempura, dalla soba alla carne di Hida, passando per frittate, spiedini, zuppe e succulenti street food. I costi sono contenuti, ma se avete soldi da spendere potete togliervi grandi soddisfazioni e visitare ristoranti incredibili. Anche gli amanti dell’alcool avranno di che divertirsi con birre buonissime, centinaia di sake caldi e freddi , fortissimi sochu (una specie di grappa) e cocktail all'ultima moda.

Clima

A parte sulle Alpi giapponesi dove abbiamo trovato neve e freddo, nel resto del Giappone c’è un clima simile a quello del nord Italia quindi molto umido, pioggia e temperature intorno allo 0°, leggermente più caldo a Tokyo.

Costi

Il Giappone non è a buon mercato. A parte il volo per cui abbiamo approfittato di un’offerta Alitalia a 500 euro a testa, per quanto riguarda hotel, pasti, ingressi e shopping i costi sono paragonabili ad una grande città italiana, con alcune oscillazioni dovute al tasso di cambio che incide abbastanza. A questo vanno aggiunti i salatissimi costi per i trasporti. Inoltre, se andate durante  le vacanze Natalizie, l’Hanami (Fioritura dei Ciliegi) o la Settimana d’oro entrambe in primavera gli hotel si riempiono in fretta e costano di più e dovrete prenotare con molto anticipo perché i giapponesi viaggiano moltissimo in questi periodi.

Mete Interessanti

Tokyo
Megalopoli sconfinata, efficiente e caotica divisa in quartieri con caratterstiche e anime differenti. Dalla frenetica e divertente Shinjuku alla vecchia Tokyo di Asakusa, passando per lo charme di Harajuku, i mega shopping mall di Roppongi, le boutique di Ginza e l’electric town di Akihabara.
Non perdetevi il Tsukiji Market, il mercato del pesce più grande del mondo, una vista di Tokyo dall’alto del nuovissimo Tokyo Sky Tree o dal più economico e veloce Governament Building e soprattutto infilatevi nei milioni di negozi assurdi, strani, incredibili e variopinti che troverete ad ogni angolo. Se avete tempo andate una mattina presto a vedere un allenamenteo di Sumo, un’esperienza veramente interessante. Per informazioni ecco il sito di una scuola molto aperta nei confronti dei turisti www.arashio.net mi raccomando se volete trovare posto dentro andate mooolto presto!
Per la vita notturna consigliamo Shinjuku e l’area del Golden Gai dove potrete scegliere tra centinaia di mini baretti da 5 posti in cui bervi una cosa e fare amicizia con qualche simpatico giapponese.
Muovetevi con la metro che è facilissimo e fate il pass giornaliero per 1000 Yen. Tenete conto che la città è immensa e quindi calcolate molto tempo per gli spostamenti. Muoversi da un quartiere all’altro a piedi è un’opzione, ma le distanze sono lunghe e non è facilissimo orientarsi in una città dove le vie non hanno nome…
 
 
Takayama
Cittadina carina adagiata a 600 metri sulle alpi giapponesi, vanta un centro storico molto ben curato e caratteristico, ricco di fabbriche di sakè e negozi di tè e alcuni templi interessanti oltre ad un villaggio tradizionale giapponese molto molto bello che si chiama Hida no Sato e ad un bosco in città in cui fare piccole scampagnate. Takayama e’ un’ottima base per escursioni nella regione dell’Honshu centrale come per esempio Shirakawa-Go,  numerosi villaggi termali che sorgono a 60-90 minuti di distanza e mete molto interessanti per trekking e alpinismo (nel periodo estivo).
Capodanno. I giapponesi non festeggiano l'ultimo dell'anno, semplicemente si recano in massa al loro tempio preferito e pregano per un nuovo anno ricco di fortuna, salute e amore. A Takayama noi abbiamo fatto come loro e abbiamo visitato due templi insieme ad una coppia nippo-americana che ci ha aiutato a capire meglio i riti e le dinamiche di questo momento molto emozionante. Ogni tempio ha le sue usanze che vanno dalla "corsa" per arrivare primi a pregare, al suonare la campana per portarsi buona sorte, al bere una specie di vin brulè fatto di riso, al pescare bigliettini/oroscopi con cui scoprire che anno sarà il prossimo. E' un modo diverso di passare l'ultimo dell'anno, a noi è piaciuto molto sia l'atmosfera che la spiritualità.
 
 
Hirayu Onsen
Piccola cittadina a un’ora da Takayama che funge da snodo dei trasporti della zona e soprattutto rappresenta un'ottima meta per un’escursione in giornata a godersi le caldissime acque termali in un tipico Onsen. In città ce ne sono diversi, noi siamo stati all' Hirayu no Mori a 5 minuti a piedi dalla stazione degli autobus, che ha 7 pozze all’esterno e 3 all’interno alle quali si accede in stile giapponese e cioè uomini e donne separati e tutti nudi! Un’esperienza incredibile soprattutto se avete la fortuna come noi di andare quando nevica forte e tu ti immergi nell’acqua bollente con fuori zero gradi, fantastico!
 
 
Kyoto
Antica capitale del Giappone, Kyoto è ancora oggi la capitale culturale del paese con i suoi 1600 templi e santuari alcuni dei quali veramente meravigliosi, il suo centro storico pieno di antiche vie su cui si affacciano affascinanti case di tè, vecchie abitazioni e geishe in abiti tradizionali. Vi consigliamo di partecipare ad una cerimonia del tè e di fare un giro a Gion, il centro storico che regala alcune strade veramente meravigliose come Simbashi Dori.
Kyoto non è servita molto bene dai mezzi e le attrazioni principali sono abbastanza lontane tra loro quindi non conviene comprare il pass giornaliero perchè vale solo sui bus, mentre i treni offrono valide alternative. Il nostro consiglio è di dedicare mezza giornata ad ogni zona e camminare tanto per scoprire meglio la città.

I Giapponesi

In generale, non abbiamo visto cose incredibilmente particolari o interessanti a livello turistico tranne rare eccezioni come il mercato del pesce o il Fushimi Inari di Kyoto. La vera bellezza del Giappone secondo noi risiede nei Giapponesi e nella loro cultura a 360° con cui venire a contatto il più possibile. Il cibo, la religione, le tradizioni, le relazioni, l’etichetta e lo stile, i negozi assurdi, le osterie e le locande tradizionali. Queste sono le cose che rendono appagante una vacanza in Giappone. Dormire in una ryokan, fare un bagno in un onsen o entrare in un manga store sono esperienze che vanno al di là del semplice dormire in un albergo, andare in una spa o entrare in un negozio. I giapponesi sono persone molto cordiali, gentili e servizievoli, ma soprattutto sono molto simpatici e curiosi e nonostante una barriera linguistica fortissima cercano di entrare in contatto con gli stranieri come pochi popoli fanno. Un vero peccato non poter parlare un po’ di giapponese che aiuterebbe ad approfondire una conoscenza della loro cultura che purtroppo rimane superficiale poichè loro non spiccicano più di 2 parole di inglese.

Vacanze Natalizie

Attenzione!!! A Natale e Capodanno bisogna prenotare prima, le sistemazioni costano di più, ma soprattutto è tutto chiuso! In particolare nei centri più piccoli, ma in generale anche nelle grandi città, molti siti turistici anche di primo piano sono chiusi dal 30 al 4 (per loro le feste sono 1,2,3 Gennaio), cosi come negozi e ristoranti. A Takayama abbiamo faticato per trovare un ristorante per l’ultimo dell’anno perché erano tutti chiusi mentre a Tokyo ci siamo persi alcune cose interessanti perché riaprivano il 5. In più, in questo periodo i templi sono presi d’assalto da migliaia di giapponesi che si muovono come cavallette e tolgono molta magia a questi luoghi altrimenti mistici e romantici. Noi sconsigliamo vivamente di andare in Giappone durante questo periodo.

Conclusioni

Il Giappone ci è piaciuto non tanto per le cose da vedere, ma per le cose da vivere. E’ un’esperienza strana e piacevole essere dall'altra parte del mondo, in un paese civile e civilizzato, ma così diverso da noi in moltissimi aspetti. Tutto ti stupisce: 15 linee di metro super puntuali, ragazzine vestite da manga mischiate a business man, distributori automatici che vendono di tutto, bagni pubblici lindi e tecnologici con musica e bidet incorporati nel WC, ristoranti specializzati in un solo piatto dove ordini alla cieca perché non ci sono menù in inglese e nessuno lo parla, osterie da soli 5 posti nascoste in vicoli secondari dentro ad una stazione del treno. E potremmo continuare ancora per molto.  Si dice spesso che i giapponesi sono un po’ matti, secondo noi è vero, sono molto “matti” e proprio scoprire la loro follia è il bello di un viaggio in questa terra.
 
 
templi, tokyo
 
Tokyo, Giappone
 
Sumo, Tokyo, Giappone
 
Takayama, Giappone
 
Villaggio Tradizionale, Takayama
 
Kyoto, Giappone
 
Kyoto, Giappone
 
Kyoto, Giappone
 
Takayama, Giappone
 
 
Harajuku, Tokyo
 


8 pensieri su “Giappone Express

  1. molto interessante ciò che hai scritto. dai un'idea chiara su ciò che ci aspetta.

    ricordi x caso dove hai alloggiato? sto cercando qualcosa di già sperimentato per non andare alla cieca.

    partiremo anche noi a dicembre…..non vedo l'ora.

    • Ciao!

      A Tokyo al Listel Shinjuku hotel che è in un quartiere figo (Shinjuku) e non troppo lontano dalla metro, prezzi buoni. A Takayama in una ryokan di cui non ricordo il nome, ma sono tutte carinissime, mentre a Kyoto ero un po’ fuori mano non ti consiglierei il mio hotel.

      Buon viaggio!
      F

  2. CIAO STO CERCANDO UNA GUIDA VOLONTARIA PARLANTE ITALIANO  PER LA CITTA' DI KYOTO

    NEI GIORNI   19 20 21 22 MAGGIO 2017

    POTETE AIUTARMI ? SIAMO 2 PERSONE E NON PARLIAMO INGLESE

     

Rispondi a luisa Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *