Da Vilnius a Helsinki, 10 giorni sulle rive del Baltico

Helsinki, Finlandia

 

Di Fabrizio Martini

Atmosfere del grande Nord, luci soffuse, culture sorprendenti e nomi impronunciabili, ecco il mio primo viaggio in solitaria tra le capitali dei paesi Baltici – Lituania, Lettonia ed Estonia – e una capatina in Finlandia, ad Helsinki. Consigli e dritte per farlo anche voi, magari non in Dicembre come me!

Itinerario

Andata: Bergamo Orio al Serio – Vilnius
Ritorno: Tallinn – Bergamo Orio al Serio

Baltico

 

Trasporti

Spostarsi tra le grandi città è semplice. I bus che collegano le capitali dei paesi baltici sono dotati di WI-FI e schermo touch per ogni posto, sono puntuali e il traffico relativamente scarso consente una fluente viabilità.  

Il traghetto da Tallinn ad Helsinki (Eckero Line o Viking Line) è spazioso, ha negozi, bar, ristorante a buffet e musica da vivo, insomma una piccola cittadina.

Alloggi

Ho dormito sempre in ostelli, costi minimi nei paesi Baltici (8 euro a notte a Vilnius, 10 a Riga, 15 a Tallinn) e posizione sempre comoda tra stazione dei pullman e centro cittadino, mentre ad Helsinki (29 euro a notte) ero in centro, ma leggermente distante dal terminal dei traghetti (Laansterminali).

Cibo

Nei paesi Baltici servono piatti abbondanti e molto calorici: in Lituania, i Cepelinai (sorta di patate con dentro carne e fuori salsa di funghi e panna acida) e i Kepta Duona (bastoncini di pane fritti con aglio e salsa al formaggio) si trovano più o meno ovunque, da accompagnare a svariati tipi di birre.
In Lettonia i Pelmeni (ravioli ripieni di carne) e la carne in generale la fanno da padroni, mentre in Estonia e Finlandia si vira decisamente più sul pesce.

Costi

Lituania e Lettonia sono molto economiche, l’Estonia si avvicina ai nostri prezzi mentre la Finlandia è molto costosa. Si può pagare ovunque con carta di credito, gli sportelli per prelevare non mancano. In tutti in paese vige l’Euro, comodo. Visto il numero di spostamenti, città e attività, come piccola spesa extra vi consiglio di fare  un'assicurazione viaggio come per esempio la TravelGuard di aig.co.it che vi copre anche ritardi aerei, bagagli smarriti e tante altre piccole noie.

Clima

Come in Italia, questo Dicembre è stato un po’ insolito anche sul Baltico, che normalmente in questa stagione è ghiacciato, mentre quest’anno si veleggiava tranquillamente. Le temperature sono sicuramente molto più basse che da noi e le ore di sole (quelle in teoria meno fredde) sono poche, ma onestamente mi aspettavo molto più freddo.

Mete Interessanti

Dalla Lituania alla Finlandia mi sono concentrato principalmente sulle capitali, ognuna con il suo stile, le sue atmosfere e i suoi angoli unici. Qui sotto ecco un breve elenco di tappe che vi consiglio città per città.

Vilnius

Torre di Gediminas
Torre posta sulla cima di una collina, facilmente raggiungibile dalla Piazza della Cattedrale e con un museo al suo interno. Se ci si sporge si può avere una panoramica completa della città.

Castello di Trakai
Ho preso un bus da Vilnius a Trakai (1,60 euro, mezz’ora di viaggio) e poi ho camminato costeggiando il lago per un’ora prima di vedere il castello (c’era una nebbia spaventosa). 3 euro il costo per entrare, all’interno armi, utensili e anche affreschi del XIV/XV secolo.

Vilnius, Lituania

 

Quartiere di Uzupis
“Repubblica indipendente” con tanto di presidente, una volta rione malfamato ora allegro quartiere ad Est del centro cittadino. Un giro per i colorati vicoli e le botteghe degli artigiani può essere interessante, mentre alla sera è d’obbligo gironzolare per i pub in cerca della miglior birra artigianale.

Vilnius, Lituania

 

Riga

Area metropolitana
“Perdersi” a Riga nell’area metropolitana senza una meta precisa è un’esperienza da fare. I palazzi hanno uno stile tra il barocco e l’Art Noveau e danno alla città un’atmosfera vintage, colorata, veramente piacevole.

Riga, Lettonia

 

Casa delle Teste Nere
Stravagante edificio barocco edificato nel 1300, ha subìto vari cambiamenti nel corso del tempo causa guerre e crolli. Il nome deriva da una gilda di mercanti lettoni, la Confraternita delle Teste Nere, che portavano copricapi scuri, e si ritrovavano in quel luogo per discutere e divertirsi. Ospita attualmente uffici ed un caffè e si narra che in questa casa sia stato “progettato” il primo albero di Natale.

Riga, Lettonia

 

Castello di Riga
Costruito agli inizi del 1300, si trova su una delle sponde del fiume Daugava ed è la residenza ufficiale del Presidente della Lettonia.

Riga, Lettonia

 

Tallinn

Toompea
Sporgetevi dai balconi situati sulla collina di Toompea, magari sorseggiando un caffè o un bicchiere di vino caldo, e avrete un’ottima vista sull’intera capitale e parte del Golfo di Finlandia.

Chiesa di Sant’ Olav
Edificio più alto del mondo fino al 1625 (prima che un fulmine ne causasse un crollo parziale), grazie ai suoi 124 metri il suo campanile troneggia nel cielo cittadino. Dedicata al patrono dei marinai, Re Olaf di Norvegia.

Tallinn, Estonia

 

Kadriorg
Il quartiere Kadriorg si trova a sud ovest della città ed è una bella zona dove trovare graziosi giardini, il Museo Nazionale e anche l’edificio presidenziale. A quanto pare non è raro vedere il Presidente uscire di casa!

Tallinn, Estonia

 

Helsinki

Kauppatori (piazza del mercato)
Il cuore della vecchia Helsinki è qui, con il Mercato Vecchio – tra i piatti forti, il kebab di renna – a spiccare sul molo. A due passi, vi sono la Cattedrale di Helsinki e quella ortodossa di Uspenski. Da qui è possibile prendere il traghetto per Suomenlinna.

Helsinki, Finlandia

 

Suomenlinna
Tra i sette patrimoni dell’Unesco della Finlandia, vi è la Fortezza su quest’isolotto, raggiungibile con un traghetto in circa 30 minuti. Non sono riuscito a visitarla causa pessime condizioni climatiche, ma una visita col bel tempo è un must. (Io ci sono stato e lo confermo NDR :-D)

Helsinki, Finlandia

 

Temppeliaukion kirko
Questo scioglilingua è in realtà un’incredibile chiesa luterana scavata nella roccia con cupola in rame, vicinissima al centro cittadino. Bisogna verificare ogni giorno gli orari di apertura al pubblico, perché tra messe e concerti i tempi di visita tendono a ridursi.

Helsinki, Finlandia

 

Conclusioni

Nonostante le poche ore di luce e il clima non proprio amichevole, è un viaggio che rifarei, magari in un periodo più caldo. Belle città, piacevoli atmosfere e il fatto di aver sfatato il luogo comune che i nordici sono chiusi. Anzi sono persone socievoli, amanti della vita notturna e che parlano molto bene inglese, quindi anche chi come me viaggia in solitaria potrà farsi nuovi amici!

Photo Credit Post cover Shutterstock
Photo Credit Riga Area Metropolitana Shutterstock



2 pensieri su “Da Vilnius a Helsinki, 10 giorni sulle rive del Baltico

  1. Ciao, ho letto il tuo articolo e l'ho trovato molto utile e per certi versi anche incoraggiante . Ho prenotato per fare lo stesso tour, volevo solo chiederti, una dritta per trovare l'alloggio migliore che sia ben vicino al centro e soprattutto alla fermata dell autobus. Viaggerò con la Lux e ci sono diverse fermate quando seleziono il punto di partenza. Che mi consigli? 

    Grazie in anticipo per i preziosi consigli !!!

    • Ciao Riccardo,

      sono contento che il post ti sia stato utile! Io per gli alberghi ovunque vado mi affido a booking.com i prezzi sono i più bassi e con le mappe vedi esattamente dove si trova l’hotel e quindi puoi selezionarlo vicino alle fermate del bus per esempio.

      Grazie per essere passato di qua!
      Francesco

Rispondi a Francesco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *